Blue economy

Gli scarti (output) di un sistema, precedentemente sprecati, possono diventare risorse (input) per un altro sistema

Sistema economico, tracciato da Gunter Pauli, basato sulla diffusione a cascata degli ecosistemi naturali.
Prendendo spunto dalla natura si parla infatti di sistemi a cascata, cioè aperti, in cui gli scarti prodotti costituiscono nuove risorse per altre entità. La natura è il sistema più sostenibile di tutti poiché non produce rifiuti.

Se si usano le risorse di un determinato territorio secondo un approccio sistemico, gli output (ovvero gli scarti) di una realtà produttiva possono diventare input (ovvero risorse) per un’altra.
In questo modo si incentiva una cultura produttiva tendente a emissioni zero, che produce maggiori flussi di denaro e costruisce nel tempo capitale sociale.

Un esempio applicativo è costituito dalle connessioni che si possono creare tra una bar e una fattoria se si agisce in maniera innovativa sulle relazioni che collegano queste due attività sul territorio. I fondi di caffè del bar, ad esempio, si possono utilizzare per la coltivazione di funghi commestibili, da cui si ottiene un substrato che diventa il mangime per gli animali della fattoria. Questa produce carne, latte e uova che il bar può utilizzare per preparare i cibi.

Link utili

The Blue Economy  – video
sito ufficiale [ www.theblueeconomy.org ]

Sistema ZERI [ www.zeri.org ]
(Zero Emissions Research & Initiatives)  - Gunter Pauli

Licenza Creative Commons questa opera è distribuita con licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia
.