Autopoiesi

Il sistema genera da sé risorse, contenuti e significati, aggiornandosi e sviluppandosi autonomamente

Proprietà che hanno tutti i sistemi viventi di organizzarsi da sé e di ridefinirsi continuamente in base alle relazioni che sussistono tra gli elementi che li compongono.  Un sistema è autopoietico se genera da sé risorse, contenuti, significati e si sviluppa autonomamente.

Se si progettano in maniera innovativa le relazioni tra diverse attività produttive sullo stesso territorio, gli scarti di un attività (ovvero gli output)  posso diventare risorse (ovvero input) per un’altra attività (blue economy). In questo modo, a partire dai processi esistenti, si crea un sistema aperto che cresce per autopoiesi e quindi si sviluppa autonomamente. Ad esempio gli scarti organici del bar e le deiezioni degli animali, attraverso il biodigestore, vengono trasformati in fertilizzante per l’agricoltura, che produce a sua volta frutta e verdura per il bar. Il biodigestore produce anche biogas ed energia, con cui alimentare tutto il sistema.

Adottando l’approccio sistemico, a partire da processi produttivi già esistenti si creano nuove attività, quindi nuovi posti di lavoro e si utilizzano risorse locali di qualità e scarti tendenti a zero.

Systemic Design - Autopoiesi

Link utili

Principi del Design Sistemico
corso di studi in Ecodesign – definizione
Politecnico di Torino [ www.polito.it/design ]

Buone previsioni dai fondi di caffè
caso studio del Dipartimento di Architettura e Design
Politecnico di Torino [ www.polito.it/design ]

Licenza Creative Commons questa opera è distribuita con licenza
Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia
.